Vai al contenuto Al menù principale Informazioni contatto

Bergbau- und Hüttenmuseum

Einblicke Museum | © Tiroler Bergbau- u. Hüttenmuseum Einblicke Museum | © Tiroler Bergbau- u. Hüttenmuseum

Nella storia del Tirolo sono sempre state attive miniere e officine di lavorazione del rame e dell’argento (i secoli XV e XVI furono il periodo di massima estrazione).

Le ricche imprese minerarie locali dovevano consegnare l’argento estratto ai signori che governavano il territorio, mentre il rame lo potevano vendere liberamente. Semplici rocche medievali furono trasformate in accoglienti castelli. Jakob Tänzl abitò nel castello di Tratzberg, Siegmund Fieger in quello di Matzen.

Il silenzio è d’oro … e infatti resta ben poco tempo per parlare, con tutto quello che c’è da scoprire.

Il viaggio esplorativo inizia con delle nozioni sulla geologia del Tirolo, usando i fossili come documenti didattici, per proseguire poi con delle spiegazioni sul mondo dei cristalli.

Dai reperti preistorici si passa all’origine dell’attività mineraria. Documenti come il registro minerario di Schwaz e i disegni di Agricolas ci mostrano come già nel XV secolo l’industria mineraria e metallurgica fosse perfettamente organizzata.

Il pezzo forte della collezione è un originale “Spurnagelhunt” (carrello per il trasporto materiale), in uso circa 200 anni fa.


Contact

Tiroler Bergbau- und Hüttenmuseum
Gerold Sturmmair
Römerstraße 30
6230 Brixlegg